Sorgente SGR: nel primo semestre 2015 buone performance e sviluppo business

Rendimenti in crescita per i fondi di Sorgente SGR con una variazione semestrale media del +1,57%. Nel primo semestre avviata l’operatività del Fondo Giove con immobili residenziali, progetti su acquisizioni societarie e nuovi investitori. Entro l’anno parte il fondo per l’Enpacl e un innovativo prodotto sui non performing loans

Il Consiglio di Amministrazione di Sorgente Sgr, la società di gestione del risparmio italiana di Sorgente Group, ha approvato i rendiconti di gestione al 30 giugno dei suoi fondi immobiliari riservati ad investitori istituzionali, registrando una variazione semestrale media del +1,57% (mentre l’Indice IPD Italia al 31/12/2014 è pari allo 0,6%). Si dimostra, così, una buona tenuta dei valori patrimoniali, sostanzialmente in linea con quelli di dicembre 2014 e in sintonia col miglioramento delle condizioni del mercato.

Fra le migliori performance il Fondo Donatello Michelangelo Due. Operativo da dicembre 2008, detiene un portafoglio composto da 20 immobili, per un valore di oltre 267 milioni di euro. Ad esso fanno capo i 14 punti vendita del Gruppo Coin in Piemonte, Liguria, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Campania e immobili direzionali in via Cristoforo Colombo e via del Tintoretto a Roma.

Ad aprile 2015 è stata avviata l’operatività del Fondo Tintoretto Comparto Giove, riservato ad investitori qualificati con un portafoglio residenziale del valore di circa 120,5 milioni. Lo scorso giugno Sorgente SGR si è aggiudicata la gara per il Fondo d’Investimento Alternativo immobiliare dedicato alla riqualificazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare di ENPACL, Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Consulenti del Lavoro, la cui operatività partirà nella seconda metà dell’anno.

Sono allo studio una serie di progetti che riguardano l’ingresso nel settore dei Non Performing Loans, relativo ai crediti in sofferenza: è stato avviato il progetto pilota di un fondo specializzato di natura ipotecaria e non, che consentirà un ulteriore ampliamento dell’operatività della Sgr nel settore mobiliare, grazie alla sottoscrizione di una partnership con un primario operatore del settore NPL.

Sorgente SGR sta valutando anche l’ipotesi di acquisire società di gestione del risparmio specializzate in particolari comparti, come l’housing sociale o il segmento, già presidiato, degli immobili di pregio, per offrire canali preferenziali e allargare la platea degli investitori. In particolare la fase di espansione del mercato degli immobili corporate, nel quale Sorgente SGR è storicamente attiva, offre la possibilità di strutturare e avviare la commercializzazione di fondi destinati ad investitori qualificati, come le Fondazioni Bancarie e le Assicurazioni, interessati a cogliere tutte le opportunità del mercato immobiliare dove il rischio è contenuto e il rendimento oggi decisamente più interessante delle obbligazioni.

Infine Sorgente SGR ha raggiunto con i suoi 26 fondi un asset under management al 30 giugno 2015 di 2,46 miliardi di euro.

Leggi il comunicato

Leggi la rassegna stampa

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on Twitter

Luogo:

Roma