Sorgente Group: le prossime sfide in California, da Los Angeles a Hollywood e Santa Monica

Santa Monica, Downtown Los Angeles e naturalmente Hollywood, questi importanti centri della California, sono nell’obiettivo dello sviluppo immobiliare di Sorgente Group of America, braccio americano di Sorgente Group, che fa capo a Valter Mainetti. In un’intervista pubblicata da The Real Deal – Los Angeles Real Estate News, la Presidente Veronica Mainetti illustra i progetti di Sorgente Group of America, che in California è già presente con alcuni trophy buildings.

“Fatta eccezione per New York, non ho mai visto città in cui sta accadendo così tanto” rileva Veronica Mainetti. “Sono focalizzata su Santa Monica, Downtown Los Angeles e Hollywood: mi piacerebbe sviluppare il nostro prossimo progetto a Santa Monica. Lo stiamo considerando”.

Ma un mercato così “caldo” pone anche numerose sfide e obbliga ad adattarsi a situazioni diverse: “Stiamo cercando solo trattative fuori mercato, perché al momento è difficile trovare delle proprietà”, spiega la manager. “Bisogna competere con società d’Oltreoceano che si accontentano di ritorni dell’1%, che ovviamente per i nostri investitori non funziona: siamo stati superati in asta da aziende asiatiche più volte e ora è difficile prevedere che cosa accadrà”.

L’altro fattore essenziale per gli investimenti di Sorgente Group of America a Los Angeles, secondo l’impronta data da Valter Mainetti, è che ogni proprietà da acquisire abbia un valore architettonico o storico. “Questo tipo di proprietà – rileva Veronica Mainetti – mantengono il proprio valore, indipendentemente da come va il mercato. Ma non solo: i trophy buildings continuano anche ad accrescerlo, indipendentemente dagli alti e bassi del mercato.’’

Un esempio per tutti? Il Chrysler Building, uno dei simboli di New York: la partecipazione della società, pari a circa il 25% e valutata intorno ai 600 milioni di dollari, è stata ceduta otto anni fa al Fondo Sovrano di Abu Dhabi, per un valore di 800 milioni di dollari. L’obiettivo di Sorgente Group, però, non è quello di realizzare investimenti a breve termine. “Siamo dei maratoneti quando si tratta di edifici per uffici”, per usare la metafora di Veronica Mainetti; un’ottica sempre a lungo termine, insomma, in una nicchia di mercato che ha rappresentato la fortuna della società, anche in un periodo in cui ottenere i finanziamenti necessari era tutt’altro che semplice, data la situazione dell’economia globale.

Altri edifici iconici in California, in cui Sorgente Group of America possiede una partecipazione, sono il Clock Tower, costruito a Santa Monica alla fine degli anni Venti, e il Fine Arts Building da Downtown Los Angeles. Il Clock Tower in particolare “è uno dei miei preferiti” ammette la presidente; “È occupato da molte società tecnologiche ed è locato al 100%: è incredibile come sia cresciuto il mercato a Santa Monica e a Downtown L.A., ho visto un enorme cambiamento negli ultimi cinque anni”. Quasi tutto locato, del resto, anche il Fine Arts Building (quasi al 97%).

Quanto a un altro simbolo, questa volta di New York, cioè il Flatiron Building, Sorgente Group of America possiede la quota di maggioranza . ‘’È invece allo studio da qualche tempo – rileva Veronica Mainetti – la possibilità di cambiarne la destinazione, magari in hotel, anche se “amiamo il nostro locatario – Macmillan – e al momento non possiamo dire che cosa accadrà: il loro contratto di affitto scade nel 2018”.

Per questi e i prossimi progetti negli Stati Uniti il gruppo Sorgente, guidato da Valter Mainetti, sta operando per ampliare la sua base di investitori, che oggi sono per il 90% italiani e il restante 10% europei. “Sono soprattutto investitori istituzionali” ha concluso Veronica Mainetti, ma stiamo cercando di cominciare a cercare capitali qui, negli Stati Uniti, entro i prossimi due anni”.

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on Twitter

Fonte articolo:

ilghirlandaio.com

Luogo:

Roma